Ottobre 2018: 40 anni dopo la Legge Basaglia nella Salute Mentale

 

 

 

 

 

Siamo nel mese di Ottobre, mese in cui l’OMS ricorda la giornata mondiale della “ Salute Mentale“, quest’anno dedicata alle sempre maggiori problematiche legate ai giovani e agli adolescenti.

Siamo anche nel anno del 40° anniversario della legge 180  conosciuta più comunemente come legge Basaglia.

Una riforma che è stata  una rivoluzione culturale con una portata incredibile che ha segnato la storia sociale del nostro paese, con la chiusura dei  Manicomi  i quali non curavano  ma erano solo luoghi di  esclusione sociale.

La   Riforma Basaglia,  un modello di cura che si fonde sul Rispetto  per l’essere umano, per la sua dignità, per il diritto alla speranza di guarigione.

Purtroppo, molte delle sue indicazioni, risultano disattese o parzialmente realizzate anche per la criticità del nostro sistema; mancanza di risorse, differenze regionali, difficoltà nell’inserimento lavorativo e sociale per i malati.

Negli ultimi anni, si sono aggiunte nuove problematiche dovute a nuove patologie come i Disturbi del Comportamento Alimentare e l’esplosione delle Demenze e delle malattie Neurovegetative.

Inoltre, tutte le nuove Dipendenze , la crescita dei Disturbi Post Traumatici, dovuti anche alla crisi Economica degli ultimi anni e non ultimo il Fenomeno Migratorio.

La Salute Mentale, sarà il principale problema del nostro futuro prossimo, non può essere lasciata alla sola  responsabilità dei Servizi Psichiatrici e dei loro Operatori perché i ricoveri, i farmaci e la psicoterapia da soli non bastano.

Il problema è la distanza che tuttora esiste fra ciò che potrebbe essere fatto e ciò che realmente si fa per i Disturbi Mentali, inclusi quelli più comuni nella popolazione Mondiale (Ansia e Depressione).

Serve un grande cambiamento Culturale dentro di noi, per accettare la Malattia Mentale.

La Follia non ci deve far paura, essa non va allontanata e isolata.

Ci auguriamo pertanto, che questa fase politica possa consentirci di realizzarlo.

Eugenia Francesca Sergi

Infermiere Coordinatore S.P.D.C. – ASP – Cosenza

 

Nicola Pagliaro

Infermiere S.P.D.C. – ASP – Cosenza

 

Lascia un commento