Barbara Modaffari. Il primo operatore sanitario vaccinata al Covid-19 della Provincia di Cosenza

Originaria di Reggio Calabria, infermiera in servizio da diversi anni presso l’U.O.C. di Terapia Intensiva e Rianimazione dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza.

Ieri gli è stato praticato il Vaccino contro il COVID-19. Come si sente ?

Benissimo. Ho dormito bene stanotte. Probabilmente mi sono sentita più rilassata e tranquilla.

Ha avuto timori o ansie prima di sottoporsi al vaccino? Come si sentiva la mattina prima di arrivare in ospedale?

Ero felice ed emozionata. Qualche giorno prima della notizia ufficiale dell’uscita del vaccino, ho avuto un attimo di titubanza, di dubbio perché come essere umano tutto quello che è nuovo ci spaventa. Comprendo anche che chi è profano, chi non è del mestiere possa avere dei dubbi; comprendo meno di chi è del mestiere e non si fida della scienza.

Lei è un’infermiera che svolge la sua attività presso un reparto di “prima linea” ed ha visto in prima persona la sofferenza dei pazienti affetti da COVID-19. Forse tutto quel dolore che ha visto l’ha convinta a praticare il vaccino?

Si. Vedere negli occhi il terrore di chi aveva paura addirittura anche di addormentarsi per paura di non respirare, di non risvegliarsi più. Con i colleghi passavamo ore a cercare di tranquillizzarli, a digli “Non ti preoccupare. Ci siamo noi. Se dovesse accadere, interveniamo subito”.

Vuoi lasciare un messaggio a tutti i cittadini che ancora sono indecisi?

Si ! Chiedo a tutti i cittadini di informarsi da persone competenti. Di andare dal medico e chiedergli che ci venga spiegato in modo semplice, come agisce il vaccino nel nostro organismo. Questo vaccino è a RNA messaggero e non viene inoculato nessun virus quindi non dà nessuna malattia. Aiuta il nostro sistema immunitario a riconoscere il virus, a creare gli anticorpi cosi quando si viene a contatto con il virus vero e proprio abbiamo già a disposizione gli anticorpi in grado di combatterlo.

Se non ci si vaccina, non riusciremo ad uscire da questa pandemia in tempi stretti.

(intervista estratta dal servizio di TG-TEN del 28 Dicembre 2020)

Lascia un commento